Warning: call_user_func_array() expects parameter 1 to be a valid callback, no array or string given in /home/mhd-01/www.robsom.org/htdocs/lafabbricadeisogni/wp-includes/class-wp-hook.php on line 286

Parlami d’amore

March 3rd, 2008 by

Ci risiamo: per accontentare un’amica molto bionda e per niente amante del cinema sono stata trascinata a vedere questa cosa, a buttare via i miei dieci euro, immolati alla famiglia cinematografica italiana che meno mi interessa, i Muccino.
L’ho presa come una lezione di vita, ho definitivamente messo una pietra su un certo filone cinematografico.
Sono imbarazzata, non so nemmeno cosa scrivere, perdonatemi.
L’idea di base non è male: una seria quarantenne insegna la sottile arte della seduzione ad uno spiantato venticinquenne per aiutarlo nella dura conquista di una ragazzina oltremodo viziata e instabile. Forse non sarà originale come storia, no di certo, però la questione è sempre interessante.
Peccato che le capacità recitative dei soggetti siano limitate oltre ogni possibile previsione, Muccino Jr poi è in grado di fare solo se stesso: leggermente spaesato, incapace di trattenere le arrabbiature per più di trenta secondi, con l’aria un po’ da unto. Capitemi, già non è il mio tipo, se poi fa sempre le stesse parti, scrivendosi il soggetto e curandosi la regia… è troppo perfino per me.
I dialoghi sono terribili, di palesi frasi ad effetto, continue e scontate. Al decimo minuto si capisce perfettamente come finirà tutta la faccenda, il che non sarebbe male se il modo in cui si arriva alla fine fosse ben strutturato, vivo e appassionante. Invece no, devo dirlo.
Per non parlare della palese copiatura da EyesWideShut della festa in maschera, copiatura terribile non essendoci Kubrick in regia.

Nota positiva: la casa della quarantenne è davvero molto bella, stipata di scaffali di libri, mobili, cose antiche e ancora libri; la voglio anche io. Dovevo trovare qualcosa di bello, vi pare?

Be Sociable, Share!

Tags: ,

Comments are closed.