Archive for September, 2010

dei supereroi e dei fumetti

Thursday, September 23rd, 2010 by

riportiamo qui una “chiacchierata” sul tema “i supereroi dei fumetti sul grande schermo” nata per caso sul blog di nordkapp

Nordkapp:
La citta’ e’ in fermento perche’ stanno girando il film di Capitan America. Tutti parlano del set, e di Capitan America, e del fatto che abbiano scelto Manchester perche’ nel Northern Quarter gli edifici sono proprio adatti per girare il film.
Ora la mia domanda e’: ma chi c***o e’ Capitan America?

Schuck:
Capitan America è l’ennesimo supereroe della Marvel (casa editrice USA specializzata del settore) dal quale viene tratto un film, dopo Spiderman, Hulk, i Fantastici Quattro ed IronMan. Ammetto la mia ignoranza, non so se Superman e Batman siano della stessa famiglia o della DC Comics.
Adesso credo che ci manchino solo Thor, Flash e Wonderwoman (degli ultimi due però esistono i telefilm, uno degli anni 90 e la mitica Wonderwoman degli anni ‘70)..
Di Capitan America ricordo i cartoni animati (e vagamente la sigla: ero piccino, non capivo l’inglese e quindi ho in mente solo una sequenza di vocali sparate a smerdo), è il supereroe che incarna lo spirito patriottico americano: ha la classica calzamaglia blu con la stella sul petto e la parte dallo sterno in giù a strisce biancorosse, e sul cappuccio due ali.

Robsom:
ma che scherzi, vero? se non era per capitan america, col cavolo che gli alleati vincevano la seconda guerra mondiale! ma non insegnano piu’ la storia a scuola???
@schuck: batman, superman, wonder woman e flash sono dc comics. di thor credo uscira’ il film l’anno prossimo e di wonder woman, boh, se ne parla da decenni…

Schuck:
@robsom: grazie per la precisazione! mi sembrava che superman non fosse marvel, per batman ne ero quasi sicuro, ma avevo sentito di qualche cambio di casa editrice nel tempo…
ah, raffina: ho dimenticato gli X-Men… e ora che ci penso, c’è stato anche Daredevil (il supereroe cieco) e lo spin-off Electra.
Ho trovato anche questa nota: “Thor”, diretto da Kenneth Branagh sarebbe dovuto arrivare sugli schermi il 16 luglio 2010… adesso arriverà il 17 giugno 2011. “I vendicatori”, il progetto che riunirà tutti i più grandi supereroi Marvel sarà spostato dal 15 giugno 2011 al 4 maggio 2012.”The First Avenger: Captain America”, diretto da Joe Johnston, non arriverà più il 6 maggio 2011, bensì il 22 luglio 2011.”
Resta comunque il fatto che il mio supereroe preferito non è nè marvel nè dc comics, ma è un disney creato da autori italiani: Paperinik (negli anni 60/70 sulla falsariga dei vari “Diabolik” e “Satanik”)

Robosom:
sai schuck che mi sa che c’e’ anche un flash in lavorazione? io comunque spero che prima o poi si decidano a fare qualcosa con wonder woman. non una cagata tipo elektra (si va beh, e’ tanto carina, ma il film fa schifo), pero’. E poi ti sei dimenticato anche Hellboy

Schuck:
No, non sapevo del film su Flash..ho giusto letto ieri di quello su Thor e quello sui “Vendicatori”..
è vero, ho dimenticato Hellboy! Dunque, ricapitolando, il filone “supereroi” è stato ampiamente sfruttato dal cinema; mettendo assieme Marvel e DCcomics (i due colossi, praticamente le Disney dei supereroi), abbiamo visto sul grande schermo (qualcuno in diversi episodi, sequel e remake…):
- Superman
- Batman
- X-Men
- Spiderman
- Incredibile Hulk
- Daredevil
- Elektra (da una costola di Daredevil)
- Blade
- Judge Dredd (cagatona con Stallone)
- I Fantastici 4
- Hellboy
- Il Corvo (si, anche lui viene da un fumetto)
- The Punisher
- Ghostrider
ecco..credo siano tutti…CREDO: non li ho nemmeno visti tutti, sinceramente..e alcuni non li conoscevo fin quando non ho visto il film..(Superman, Batman, Hulk, Spiderman, Capitan America, Thor e Wonderwoman non li ho mai letti, ma ricordo i cartoni animati da piccolo!!).
Ecco…ah, a questo punto ci metterei anche “Arriva Dorellik!” con Johnny Dorelli che fa la parodia di Diabolik…

Robsom:
mi pare che alla tua lista manchino le graphic novels: la lega dei gentiluomini straordinari, watchmen, v for vendetta, from hell (la vera storia di jack lo squartatore, in italiano), the spirit, sin city, constantine e un paio di altri che al momento mi sfuggono. che poi mi viene in mente che si parla da un po’ anche di un film su green lantern.
e con questo abbiamo sistemato le lacune di nordkappp per un po’. che poi perche’ nessuno pensa a fare un film su cattivik?

Anna8:
Sotto la dicitura “film, tratti da comics, che non si possono vedere”vi siete dimenticati Catwoman, che perla!

…to be continued…

Due parole sul Leone

Tuesday, September 14th, 2010 by

Dunque fatemi capire un pò bene sta cosa: nel paese con i più grossi problemi di conflitti d’interessi dell’emisfero occidentale, dove nepotismo e familismo sono una piaga sociale da far concorrenza alla mafia, nell’industria nazionale più incestuosa, dove se non sei “figlio di X”, “cugino di Y” o perlomeno “conoscente della prozia suora della mamma di Z” non avrai mai nemmeno la speranza di poter vuotare i cestini dell’umido… hanno la faccia di tolla di rompere il cazzo a uno che potrebbe aver favorito un’ex trombamica e un compagno di merende?
E dico potrebbe perchè, anche se fosse vero, dovete prima dimostrare che ci fosse davvero un’alternativa. E no, premiare i vostri amici invece dei suoi, non è un’alternativa.

Cari signori cineasti (ehm…) italiani, fatevene una ragione: siete dei parassiti ignoranti, incompetenti, piccini e invidiosi. Adesso invece di mettervi lì a fare le analisi, i dibattiti (il dibattito, porco mondo, il dibattito!!!!), le dotte considerazioni e le pippe varie da intellettuale per vedere se si riesce a estorcere qualche euro al Ministero perchè non andate a lavorare? Possibilmente nei campi di patate?

Dice Salvatores:

Io sono uscito dalla Balada Triste de Trompeta di Alex de la Iglesia, che ha vinto il premio della regia, con una gran voglia di tornare a fare cinema.

Ecco, bravo. E visto che quando vuoi ne sei capace, fallo, senza tante menate.
Che ormai qua ci rimane solo Tinto Brass.

UPDATE: il minus-habens che che fa il ministro della “Cultura” nel presente governo non intende lasciare perdere la questione. Secondo questo povero demente (ma quanto aveva ragione Lombroso?!):

Tarantino è espressione di una cultura elitaria, relativista e snobistica

Ora. Non ho bisogno io di difendere Tarantino, nè di sottolineare che, a prescindere dal fatto che il suo lavoro piaccia o meno, è uno che di cinema sa più di ogni altro individuo su questo pianeta. Ma mettersi a sostenere che l’autore più pop del mondo, uno che ha fatto la sua carriera sul pulp e sui B-movies sia uno snob elitario può solo indicare che hai un Q.I. a una cifra. Se poi sei responsabile della Cultura in un paese che ha il clima culturale più accademico, borioso, asfittico e snob di tutta Europa… ma va a spalare mine in Angola, brutto coglione!